Benvenuti nel blog SdL Ipercoop Livorno
Benvenuti nel blog SdL Ipercoop Livorno Home | Il mio profilo | Archivi | Amici | Sito SdL | Scrivici | Foto

CHANGE BLOG!17/06/2010
E' ON LINE IL NOSTRO NUOVO BLOG, ALL'INDIRIZZO HTTP://USBLIVORNOIPERCOOP.BLOGSPOT.COM

SALUTIAMO QUESTO SPAZIO, CHE RIMARRA' COMUNQUE  IN RETE FUNGENDO DA ARCHIVIO DI TUTTO IL NOSTRO PERCORSO IN QUESTI 3 ANNI.

BUON PROSEGUIMENTO E UN GRAZIE A CHI CI SEGUE E CI LEGGE!

16 Commenti | Invia un commento | Link

DA SDL A USB25/05/2010
Con il Congresso del 21-22-23 marzo 2010 SdL ha sancito, fondendosi con altri sindacati di base (RdB e alcune parti della Cub), la nascita dell'Unione Sindacale di Base (USB).

Stiamo lavorando alla costruzione del nuovo blog USB IPERCOOP LIVORNO, contiamo di farlo essere on line a breve.

A questo link un articolo sulla nascita del nuovo soggetto sindacale (fare copia-incolla sulla barra): http://senzasoste.it/lavoro-capitale/usb-una-spinta-positiva-e-nuova
8 Commenti | Invia un commento | Link

Resoconto incontro del 20 maggio 201021/05/2010

Produttività

La riunione è iniziata con la consegna dei dati economici relativi al primo quadrimestre dell’anno. Negli incontri precedenti ci erano infatti già stati consegnati, ma mancavano i numeri della produttività. E proprio sulla produttività abbiamo avviato un interessante scambio di vedute, che ha portato alla promessa di un aggiornamento per verificare e monitorare il trend di questo indice.

Secondo noi infatti i dati che ci sono stati mostrati al riguardo dimostrano chiaramente che un ricorso così eccessivo alla promiscuità e alla verticalità nell’organizzazione del lavoro è da ritenersi forse non effettivamente necessario come ci era stato annunciato.

 

Stagionalità

L’incontro era molto atteso per la comunicazione delle numeriche occupazionali previste per la prossima stagionalità estiva, con riferimento sia agli ingressi dei td che alle estensioni orarie temporanee.

L’azienda ci ha comunicato che a giugno, salvo improvvise maternità o aspettative, non ci saranno né ingressi né estensioni (tolte ovviamente quelle di 5 mesi già assegnate, i cui contratti da firmare stanno arrivando da Vignale), mentre per luglio-agosto e parte di settembre dovrebbe essere previsto un pacchetto di ore (ma i numeri precisi non ci sono ancora). Di come verranno distribuite parleremo nel prossimo incontro (già fissato per il 16 giugno), visto che in quello di stamani non siamo riusciti a giungere ad una soluzione condivisa da tutte le parti presenti.

In particolare, ciò che abbiamo chiesto era volto a sapere quanto margine di intervento e di scelta ci fosse realmente sull’argomento, visto che l’azienda ha ultimamente dimostrato che è più l’organizzazione del lavoro stessa a decidere quasi automaticamente, piuttosto che la Direzione con una linea studiata. La risposta che abbiamo ricevuto è stata nel verso della volontà di introduzione della verticalità anche per quanto riguarda le estensioni orarie (oltre a quella, già introdotta anche nei reparti, per gli stagionali).

Una soluzione che vogliamo analizzare con la dovuta cautela, ma che ci lascia al momento molto perplessi, visto che la spinta “verticalizzante” che è in corso da qualche mese rischia di diventare presto un modus operandi ordinario piuttosto che un’eccezione. E soprattutto visto che ciò potrebbe avere degli effetti anche pesanti sul vissuto (sia lavorativo in senso stretto che di tempi di vita in senso più largo) di noi dipendenti. Su questo discorso abbiamo inoltre fatto un riferimento a quanto detto sopra riguardo ad una produttività che ad oggi non sembra giustificare affatto il ricorso a queste nuove tipologie contrattuali.

 

Inquadramenti

Al momento nessuna novità sul mansionario che dovrebbe dare risposte certe e definitive sull’argomento degli inquadramenti e delle eventuali indennità. Il tempo della pazienza sta ormai per esaurirsi.

 

Varie

A margine abbiamo affrontato un paio di aspetti “tecnici”:

1) Permessi donatori di sangue - In caso di mancata donazione per parametri non idonei non viene più riconosciuto il permesso donazione. Sarà necessario far inserire nel foglio la prognosi per potersi considerare comunque coperti dalla malattia, oppure sarà possibile sia venire comunque al lavoro con diritto al cambio del turno, sia recuperare le ore perse nei giorni successivi.

2) Aria condizionata - Abbiamo chiesto per la stagione estiva l’accensione anche di notte, per evitare che chi lavora nei turni mattutino dalle 5 e notturno dalle 21 sia costretto a farlo a temperature insostenibili.

 

Rsu

1 Commenti | Invia un commento | Link

Resoconto incontro del 6 maggio 7/05/2010

La Direzione ha aperto con un cenno a quanto detto lunedì dal Presidente Marco Lami nell’incontro con soci e clienti del supermercato di via Settembrini avente ad oggetto l’apertura del punto vendita a Nuovo Centro. I tempi di realizzazione saranno di 4-5 anni, il nuovo super avrà una dimensione di 2500 metri quadri e La Rosa diventerà di 900. Ovviamente è ancora presto per parlare delle ricadute occupazionali di questa nuova apertura.

 

Si è poi passati alla consegna dei dati economici del montante gennaio-aprile 2010, ma per un problema tecnico mancavano quelli sulla produttività, che ci verranno dati prossimamente.

 

Il punto principale all’ordine del giorno era comunque la lista nominale (che ci è stata consegnata) delle estensioni di 5 mesi, con i relativi periodi nei quali i dipendenti interessati avranno l’aumento di ore. Nei prossimi giorni arriveranno i contratti da firmare per tutti.

 

In attesa dell’incontro sulla stagionalità (che si dovrebbe tenere martedì 11 alla presenza di Luca Paolocci delle Relazioni sindacali), la Direzione ci ha comunicato che i contratti dei td storici attualmente al lavoro saranno prolungati di altri 3 mesi dopo la loro scadenza, e che da lunedì entreranno per 3 mesi altri 3 td non storici nel settore Vad con contratti di part-time verticale. Su questa tipologia contrattuale abbiamo espresso delle riserve, da approfondire nell’incontro di martedì, trattandosi di una svolta mai attuata fino ad oggi nei reparti.

 

Altri argomenti affrontati:

 

- Nuove postazioni operative settore Produzioni: quelli che fino a pochi giorni fa erano gli uffici dei Freschi verranno adibiti a Sala ristoro, mentre l’attuale area ristoro adiacente allo spogliatoio dei maschi verrà smantellata per allargare proprio tale spogliatoio. Abbiamo presentato le nostre richieste soprattutto riguardanti l’aspetto della sicurezza delle nuove postazioni nei reparti, oltre a chiedere che l’area ristoro esterna in zona scarico Ortofrutta non venga eliminata.

 

- Passaggi VadàVas: abbiamo ricordato i problemi che sorgono in conseguenza di un’eccessiva promiscuità di mansioni dovuta a passaggi a turno in corso di dipendenti soprattutto dal settore Vad alle casse. Avendo in passato concordato che ciò è ammissibile solo in caso di eccessiva straordinarietà della situazione in area vendita, abbiamo ribadito che ciò non può (come spesso accade) diventare un modus operandi strutturale.

 

- Mansionario: ancora una volta ci siamo trovati a chiedere di conto del “famoso” mansionario (che dovrebbe fare chiarezza sul delicato argomento degli inquadramenti) di cui si parla da anni ma che continua a non arrivare. I dipendenti sono stanchi di una autentica presa in giro che dura ormai da troppo tempo, e il 31 maggio rappresenta a questo proposito una scadenza non più prorogabile.

 

- Filo Diretto e PdA: in chiusura abbiamo chiesto e avuto delucidazioni su un recente episodio che ha riguardato il Punto d’Ascolto, chiedendo massima attenzione anche in futuro sulla attendibilità e veridicità di quanto soci e clienti scrivono e affermano nelle loro rimostranze.

 

 

Rsu

12 Commenti | Invia un commento | Link

Incontro 12.04: resoconto13/04/2010

- CAMBIO DI APERTURA DOMENICALE A MAGGIO: NON PIU’ IL 23 MA IL 16

- FISSATO PER IL 29 APRILE INCONTRO SULLA STAGIONALITA’ ESTIVA

- PER SANTA GIULIA DISCORSI STRANI DA TENERE D’OCCHIO…


Lunedì 12 aprile 2010

 

L’incontro di questa mattina si è aperto con la fissazione della data dell’importante prossimo incontro riguardante la stagionalità estiva, con particolare attenzione alle numeriche relative al numero di “teste” e di ore per estensioni che verranno messe a disposizione dall’azienda: si terrà il 29 aprile e vedrà la partecipazione delle Relazioni sindacali nella persona di Luca Paolocci.

Abbiamo avuto la conferma che sull’argomento l’azienda è interessata ad avviare un confronto con le rappresentanze sindacali al fine di giungere a soluzioni condivise.

 

Successivamente si è passati alla visualizzazione dei dati economici relativi al mese di marzo e ai montanti del primo trimestre dell’anno. Tra questi spicca il dato della produttività, particolarmente alto e definito dalla Direzione come “fieno in cascina” per i momenti peggiori. Staremo a vedere che significato vorranno dare a questa espressione… Altri argomenti affrontati sempre con riferimento ai dati economici sono stati quelli delle ferie arretrate da smaltire (abbiamo fatto presente che un accordo dell’anno scorso prevede almeno una minima facoltà di scelta, spesso negata, per i dipendenti che sono chiamati giustamente ad abbassare il loro monte ore) e delle malattie ritenute troppo alte dall’azienda rispetto a quelle dell’anno scorso (abbiamo però fatto notare che il trimestre in analisi è stato particolarmente freddo e purtroppo ricco di forme virali).

Dopo un cenno alla questione inventari la Direzione ci ha mostrato e consegnato i dati dei preventivi per il 2010, e da lì ci siamo ricollegati all’argomento delle estensioni orarie di 5 mesi, chiedendo conferma del fatto che i mesi in questione sarebbero stati comunicati ai 40 interessati entro la fine di aprile. Ci è stato risposto che sarà fatto uno sforzo in tal senso.

 

Altro argomento all’ordine del giorno era quello del cambio di centro di costo della manutenzione, con due colleghi che passeranno sotto il settore Vad e si occuperanno rispettivamente della tenuta della segnaletica in area vendita e delle attrezzature.

Ci è poi stata data la comunicazione anche di cambi di reparto per alcuni lavoratori, alla quale abbiamo risposto che auspichiamo uno stop a questo andirivieni che da un po’ di tempo a questa parte si sta verificando. Un andirivieni che non facilita affatto l’esistenza di un clima sereno tra i dipendenti e che non rispetta neanche la professionalità di lavoratrici e lavoratori.

 

Un argomento poi affrontato di nuovo (dopo averlo fatto in quasi tutti gli ultimi incontri) è stato quello degli inquadramenti, visto che ormai da troppo tempo ci viene parlato della presenza di una commissione che sta operando al fine di stendere il mansionario definitivo per gli ipermercati. Di fronte all’ennesimo tergiversare abbiamo posto il 31 maggio come data ultima entro la quale i lavoratori interessati dovranno ricevere risposte.

 

In chiusura c’è stato richiesto un parere sul cambio di apertura domenicale a maggio: chiusi il 23 e aperti il 16. Non abbiamo espresso idea contraria, quindi è stata ufficializzata la modifica.

A quel punto siamo entrati in argomento 22 maggio (Santa Giulia), ricordando che il pagamento dovrà essere come sempre in straordinario festivo (cosa ovvia, ma sempre meglio precisare…).

La risposta ci ha dato conferma del fatto che abbiamo fatto bene a porre il problema, visto che la Direttrice ci ha detto che nei supermercati questo non avviene “perché il contratto non lo dice”. Abbiamo ovviamente fatto presente quella che è invece la verità, ossia che il nostro Ccnl afferma che le ore di lavoro, a qualsiasi titolo richieste, prestate nei giorni di cui all’articolo 121 (che contiene una lista di 12 date tra le quali figura anche appunto il Santo patrono, equiparato al Natale o alla Pasqua, per intendersi) dovranno essere retribuite come lavoro straordinario festivo.

Su questo argomento ci siamo detti che dovremo riparlarne al più presto. Onde evitare spiacevoli situazioni.

 

Rsu

12 Commenti | Invia un commento | Link

Pagina 1 di 16
Ultima pagina | Prossima pagina